Le Terme

Pitinum Thermae

le-terme3le-termele-terme2le-terme7le-terme1maschera-fangole-terme5le-terme6

Macerata Feltria e le sue Terme

L’abitato sorse nell’alto Medio Evo sulle rive del fiume Apsa a 321 mt. sul livello del mare, non lontano dal sito della romana Pitinum Pisaurense.

Si racconta che Macerata Feltria sia stata fondata dai Pelasgi , mitici “popoli del mare” della Grecia pre-ellenica : l’ Arco dei Pelasgi situato nell’ ingresso meridionale del Castello è da considerare come il simbolo di Macerata Feltria che rende omaggio a questi colonizzatori.
Il municipio romano di Pitinum Pisaurense nell’ arco dei secoli ha fornito molti reperti archeologici di notevole importanza e solo di recente è stato possibile raccoglierli nel Museo Civico della città, visto che si trovavano sparpagliati tra collezioni pubbliche e private.MACERATAFELTRIA_600x600
Contesa tra i Malatesta e i Montefeltro nel corso del Trecento, Macerata Feltria fu a lungo possesso del Ducato di Urbino e nel 1631 passò allo Stato Pontificio.

Il settecentesco Palazzo Antimi e l’ ottocentesco palazzo Gentili Belli sono due simboli che testimoniano la floridezza ed il benessere in cui Macerata Feltria ha vissuto a lungo tempo.
Il Borgo, disposto in piano, ospita l’ottocentesca Parrocchiale di S. Michele Arcangelo, al cui interno è conservato un pregevole Crocifisso dipinto su tavola da Carlo da Camerino nel 1396. Al di là del fiume si erge il Castello, arroccato sopra un’altura e in parte circondato da mura.DSC00943compressa_267x
Da non perdere la Chiesa di San Francesco (romanico-gotica, risalente al sec. XIV, con portale gotico), il Convento di S. Chiara (che conserva due bellissimi paliotti in scagliola del XVIII secolo e un dipinto di Giovan Giacomo Pandolfi del 1623), l’Oratorio di S. Giuseppe (sec. XIV-XV), la Chiesa di S. Antonio e il Palazzo del Podestà nel quale ha sede il Museo Civico Archeologico Paleontologico.
Della Rocca, sul culmine del rilievo, rimane il mastio, nelle cui sale sono esposti i reperti paleontologici del Museo.
Macerata Feltria continua ancora oggi ad essere un centro culturale di notevole importanza sia grazie all’ importanza dei suoi scavi archeologici ed alle attività didattiche e di ricerca che vengono svolte dalle sezioni paleontologia ed archeologia del Museo Civico sia grazie a ciò che viene proposto dal bellissimo Teatro Battelli, completamente restaurato ed operante, dove la società termale svolge annualmente convegni di notevole importanza, sia per le svariate attività che vengono proposte come ad esempio la mostra mercato dei Preziosi d’ epoca o la Rassegna Musicale per giovani musicisti e tanto altro.

LA STORIA DELLE TERME

cascata_f_600x600L’ impiego delle acque termali in Italia ha una tradizione che risale a tempi antichissimi: l’uomo ha sempre riconosciuto nell’acqua la capacità di difenderlo dalle malattie e di agevolargli la guarigione, per questi motivi sin dall’antichità ha attribuito ad essa virtù magiche, a tal punto che veniva considerata dono degli dei. Numerosi sono infatti i miti e le leggende relativi alle acque miracolose che guariscono da tutte le malattie dell’anima e del corpo.

Negli scritti del medico greco Ippocrate (V secolo a.C.) erano già ampiamente documentate le caratteristiche e l’azione terapeutica delle acque, così come è ben noto che i Romani unissero la funzione terapeutica delle acque a quella sociale: è per questo motivo che costruirono degli edifici architettonicamente molto belli ed ampi, con la funzione di favorire la socializzazione delle persone alle terme.

Gli studi sulle acque sono continuati nel tempo, fino ai nostri giorni: lo stesso stabilimento
termale Pitinum Thermae spa usufruisce della collaborazione dell’ Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo” per effettuare continue indagini e ricerche sulle particolarità di quest’acqua sensazionale.
Oggi il termalismo è una terapia naturale scientificamente provata, riconosciuta dall’Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità) e dal Servizio Sanitario Nazionale.

CURARSI ALLE TERME SIGNIFICA RIGENERARE CORPO E MENTE

Il centro termale Pitinum Thermae spa è in grado di fornire, grazie alla qualità delle sue acque solfuree di categoria di livello super, un’offerta sanitaria di alto livello. Queste acque miracolose, utili nella risoluzione delle più svariate patologie e con l’ aiuto di personale molto disponibile ed altamente qualificato per rispondere a tutte le vostre esigenze, è possibile praticare tutte le varie tipologie di cure termali: inalatorie, fangobalneoterapiche, idropiniche, dermatologiche, per sordità rinogena, per vasculopatie periferiche e cure ginecologiche.

acqua4_600x600L’acqua della sorgente “Certalto” di Macerata Feltria viene classificata come acqua minerale sulfurea ad alto grado solfidometrico e ad alto contenuto di magnesio: lo zolfo è il principale elemento di grandi proprietà terapeutiche, fondamentale nelle cartilagini, nel fegato, nell’apparato respiratorio e nella pelle, mentre il magnesio svolge un’azione lassativa naturale riequilibrando l’intestino, riduce gli zuccheri in eccesso nel sangue e produce energia nell’organismo.

I benefici delle terapie termali proposte all’interno dello stabilimento termale Pitinum Thermae spa, sono quindi molteplici: l’utilizzo dei farmaci viene notevolmente ridotto, vengono alleviati dolori o fastidi provocati da determinate patologie e si può constatare un miglioramento psicologico della persona.